Trucchi per le SCARPE e per la salute dei nostri PIEDI

(Bologna)ore 09:03:00 del 29/04/2018 - Categoria: , Curiosità, Salute

Trucchi per le SCARPE e per la salute dei nostri PIEDI

Le scarpe causano dolorose vesciche? Ecco i 5 trucchi per evitarlo

Vi è mai capitato di indossare delle scarpe scomode e di esservi ritrovate con delle terribili vesciche? E’ possibile mettere in atto una serie di trucchi per evitare che succeda: ecco tutto quello che bisogna fare.

A quale donna non è mai capitato di aver indossato un paio di scarpe nuove e di essersi ritrovata con delle vesciche dolorosissime sui piedi? E’ inutile negarlo, tutte hanno affrontato una situazione simile, desiderando per tutta la giornata solo di ritornare a casa e indossare le pantofole. Anche se le calzature indossate sono confortevoli e di ottima qualità, a volte non si adattano alla forma del piede e finiscono per creare bollicine, irritazioni da sfregamento e terribili dolori se utilizzate in maniera eccessiva. E’ proprio per venire in soccorso a tutte quelle che trovano questo fastidio familiare che la dottoressa Suzanne Levine, una celebre podologa che lavora presso il New York Presbyterian e il Lenox Hill Hospital, ha rivelato alcuni semplici trucchi. Grazie ai suoi consigli sarà possibile evitare che si vengano a creare delle ferite sui piedi e, nel caso in cui sia troppo tardi, alleviare i dolori: ecco cosa bisogna fare.

Fare shopping nel tardo pomeriggio

Acquistare scarpe nel tardo pomeriggio è la scelta ideale se si vuole acquistare un prodotto comodo. A fine giornata, al termine di una lunga giornata passata a camminare alle prese con lo shopping, i piedi saranno leggermente più gonfi. In questo modo, si sceglierà di sicuro la misura più confortevole e non si verranno a creare quelle dolorose vesciche che tutte odiamo. Da evitare, invece, è lo shopping mattutino: appena scese dal letto i piedi sono perfettamente riposati e la cosa potrebbe trarre in inganno, tanto da indurre ad acquistare delle calzature strette.

Scegliere la scarpa adatta al proprio piede

Sembrerà banale ma per evitare di avere delle vesciche sui piedi è necessario scegliere la scarpa giusta alla forma del proprio piede. Quelle che fanno male fin dal primo momento in cui vengono indossate devono essere immediatamente messe da parte, continuandole a portare non fanno altro che distruggersi e creare altri danni. Le vesciche sono il modo in cui il nostro corpo ci comunica che c’è qualcosa che non va.

Tenere i piedi idratati 

I piedi sono una parte del corpo particolarmente delicata ma spesso lo sottovalutiamo. Devono essere trattati esattamente come il viso e hanno bisogno di essere idratati, meglio se con una crema delicata a base di burro di karité. Le vesciche, infatti, sono delle abrasioni della pelle causate dall’attrito che si viene a creare tra due superfici asciutte, soprattutto in estate, quando non ci sono neppure le calze o i calzini a fare da “barriera”. Quando il tallone e il piede saranno umidi, invece, difficilmente si potranno venire a creare delle irritazioni da sfregamento.

Aceto di sidro di mele contro il gonfiore

Quelle che hanno un po’ di tempo libero a fine giornata per prendersi cura del proprio corpo devono provare a immergere i piedi in aceto di sidro di mele. Essendo ad alto contenuto di potassio, ha un’azione anti-infiammatoria e aiuta a ridurre il gonfiore e a eliminare le cellule morte che causano la comparsa dei calli. In questo modo, qualsiasi scarpa risulterà decisamente più comoda.

Portare delle scarpe di riserva in borsa

Esistono alcune scarpe che, nonostante si seguano innumerevoli consigli per renderle confortevoli, continuano a essere scomode ma, allo stesso tempo, sono così meravigliose che è impossibile non indossarle. In casi estremi come questi, l’unica soluzione è portare delle calzature di ricambio in borsa e metterle ai piedi solo prima di entrare in ufficio o in discoteca. Certo, non si potrà fare nulla per evitare i dolori ma quanto meno si ridurranno al minimo i danni.

Da: QUI

Scritto da Gregorio

ALTRE NEWS
7 domande per insegnare a un bambino come reagire a una situazione pericolosa
7 domande per insegnare a un bambino come reagire a una situazione pericolosa
(Bologna)
-

Insegnare ai bambini la sicurezza personale è importante quanto insegnare loro a leggere o scrivere.
Insegnare ai bambini la sicurezza personale è importante quanto insegnare loro a...

Estratto di aloe meglio della chemio per tumore al cervello?
Estratto di aloe meglio della chemio per tumore al cervello?
(Bologna)
-

Aloe vs cancro: l’estratto è una potenziale arma contro il tumore al cervello, studio italiano
L’aloe ha proprietà anti tumorali in caso di glioblastoma multiforma, una grave...

10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
10 regole di Schopenhauer per essere felici ed evitare sofferenze
(Bologna)
-

Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che vivessimo nel peggiore dei mondi possibili e che la felicità fosse solo un’illusione.
Il filosofo tedesco Arthur Schopenhauer era un pessimista estremo, pensava che...

Sigarette: tutti i prodotti CHIMICI NOCIVI che non conosci
Sigarette: tutti i prodotti CHIMICI NOCIVI che non conosci
(Bologna)
-

Sigarette, sigari e tabacco da pipa sono sì fatti con foglie di tabacco essiccate, ma altre sostanze chimiche vengono aggiunte per dare sapore e per rendere il fumo più piacevole.
Sigarette, sigari e tabacco da pipa sono sì fatti con foglie di tabacco...

Dieta del gruppo sanguigno AB: ecco quali cibi preferire
Dieta del gruppo sanguigno AB: ecco quali cibi preferire
(Bologna)
-

La dieta del gruppo sanguigno AB ha le sue basi su una considerazione storica ben precisa: la sua origine risale all’incrocio del gruppo A con quello B in seguito alle vittorie delle popolazioni barbariche sui Romani.
La dieta del gruppo sanguigno AB ha le sue basi su una considerazione storica...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati