Ticket sanitari: cosa sapere

(Napoli)ore 11:13:00 del 02/01/2017 - Categoria: , Economia, Guide, Salute

Ticket sanitari: cosa sapere

Gli invalidi che, invece, non appartengono a nessuna di queste categorie possono ottenere l’esenzione dal ticket soltanto, però, per la prestazione che riguarda la rispettiva invalidità e dietro presentazione del relativo certificato di invalidità.

Non tutti sanno che in molti casi il ticket sanitario non è dovuto..Si tratta di una informazione sicuramente degna di nota riguardo l’ esenzione TOTALE di farmaci e prestazioni mediche. Leggi..

ESENZIONE TICKET: CHI NON PAGA?

Innanzitutto sono esenti dal pagamento del ticket sanitario gli invalidi di guerra e per servizio appartenenti alle categorie dalla I alla V, gli invalidi civili e gli invalidi per lavoro con una riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3 e gli invalidi civili che hanno diritto all’assegno di accompagnamento. Non devono pagare anche i ciechi e i sordomuti, le vittime della criminalità organizzata o del terrorismo e gli ex-deportati nei campi di sterminio nazisti.

Gli invalidi che, invece, non appartengono a nessuna di queste categorie possono ottenere l’esenzione dal ticket soltanto, però, per la prestazione che riguarda la rispettiva invalidità e dietro presentazione del relativo certificato di invalidità.

I cittadini in gravi difficoltà economiche

cittadini di età inferiore a 6 anni, o superiore a 65 anni, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.152 euro, non pagano il ticket. Non sono tenuti al versamento i disoccupati e loro familiari a carico appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263 euro.

Esenti anche i titolari di pensioni sociali e i titolari di pensioni al minimo di età superiore a 60 anni e appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore a 8.263 euro.

Il paziente, per ottenere il certificato per l’esenzione dal ticket per reddito, deve compilare un’autocertificazione e presentarla all’Asl di competenza insieme a un documento di identità e alla tessere sanitarie. Nel momento in cui i requisiti per usufruire dell’esenzione vengono meno, il cittadino è tenuto a informare la sua Asl.

L’esenzione per patologia

Chi è affetto da determinate patologie croniche e malattie rare è esente dal pagamento del ticket sanitario. L’elenco di tali patologie è consultabile sul sito internet del Ministero della Salute. L’esenzione comprende tutte le prestazioni specialistiche relative al trattamento di queste malattie e al successivo monitoraggio.

Le donne in stato di gravidanza

Infine, sono le donne in stato di gravidanza l’ultima categoria esente dal pagamento del ticket, anche se in alcuni casi particolari. Nello specifico, possono accedere gratuitamente a visite ostetrico-ginecologiche durante la gestazione, monitoraggio della gravidanza in caso di minaccia di aborto o situazione di rischio, e analisi in fase preconcezionale per accertare eventuali elementi a rischio per una futura gravidanza.

Non tutti sanno che in molti casi il ticket sanitario non è dovuto, in riferimento a situazioni di esenzione totale che fanno riferimento a reddito, gravidanza, invalidità, patologie che per l’appunto rendono tali visite del tutto gratuite.

Si tratta di una informazione sicuramente degna di nota, per questo vogliamo segnalarvi e fare chiarezza su quali siano le condizioni che consentono di accedere all’esenzione totale.

Come noto, le prestazioni medico-sanitarie per chi non ha l’esenzione dal ticket ha un costo che oscilla tra le 36 e le 66 euro sulla base delle regioni e delle prestazioni.

Alcuni cittadini però, appartengono a categorie che non devono nulla per tali prestazioni.

Tra questi, vi rientrano gli invalidi, le donne che sono in gravidanza e chi soffre di patologie particolari. Vi rientrano anche:

I pazienti che hanno meno di 6 anni oppure più di 65 anni nel cui nucleo familiare il reddito non va oltre i 36.151,98 euro;

I disoccupati e familiari a carico con un reddito annuo che si pone al di sotto degli 8.263,31 euro, oppure i disoccupati che hanno un reddito del nucleo familiare di 2 componenti con coniuge a carico che non va oltre gli 11.362,05 euro;

Coloro che percepiscono la pensione minima ed hanno compiuto i 60 anni assieme ai familiari a carico, nelle stesse condizioni di reddito precedentemente descritte;

I pazienti che ricevono assegno o pensione sociale, ed i familiari a carico di tali pazienti.

Inoltre, rientrano nei casi di esenzione alcuni esami per la diagnosi precoce che riguarda i tumori, oltre al test dell’HIV che è gratuito e anonimo per chiunque, e le donne incinta in alcuni casi specifici utili per portare avanti la gravidanza stessa.

Come ottenere l’esenzione?

Essa non è automatica, e al fine di ottenerla dovrete ottenere appositi certificati utili a verificare la vostra particolare condizione che vi permette di essere esentati dal pagare il ticket.

Per avere il certificato di esenzione per reddito, ad esempio, bisogna dapprima rilasciare un’autocertificazione all’Asl in cui si dichiara di avere i requisiti per non pagare il ticket.

Per la disoccupazione, tale esenzione va presentata ogni anno all’Asl, che provvederà a rilasciare un attestato apposito.

In generale, per la maggior parte delle situazioni in cui si rientra nei casi di esenzione, occorre rivolgersi all’Asl per ottenere i documenti utili a dimostrare di essere esentati dal pagare, ed in ogni caso è consigliabile rivolgersi sempre all’Asl di propria competenza per avere tutte le informazioni a riguardo

[video]

Scritto da Alberto

ALTRE NEWS
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
Deficit e Debito Pubblico sempre piu' critici, crescita ZERO. Promesse NON MANTENUTE
(Napoli)
-

Stime macroeconomiche della Commissione europea negative per l'Italia su pil, deficit e debito pubblico. La nostra economia non cresce e non riusciamo a risanare i conti pubblici, che peggiorano in maniera allarmante.
CRESCITA ZERO, ITALIA ULTIMA NELLA UE - Siamo quasi alla fine dell’anno ed è...

Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
Costi Pos: quanto ci costano i pagamenti per bancomat obbligatori
(Napoli)
-

Secondo un'indagine di Altroconsumo gli esercenti arriverebbero a pagare delle commissioni abbastanza importanti.
QUANTO CI COSTA IL POS - Ridurre l’uso del contante per contrastare evasione e...

Cause di morte nel mondo: la top 10
Cause di morte nel mondo: la top 10
(Napoli)
-

E' il cuore la prima causa di mortalità nel mondo
LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE NEL MONDO - Ogni anno, in Europa, oltre quattro...

Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
Dottor Google: AUTODIAGNOSTICARTI le malattie tramite il web ti uccide
(Napoli)
-

Oltre il 97% delle persone ricerca informazioni sanitarie online. Ma spesso i risultati sono inaffidabili e portatori d’ansia
SEMPRE PIU' PERSONE ANSIOSE PER RICERCHE MALATTIE SU GOOGLE - 2 americani su 5...

Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
Palermo: se paghi la tassa sui rifiuti viaggi gratis
(Napoli)
-

Paghi la tassa sulla spazzatura? Hai diritto a viaggiare gratis sui mezzi cittadini
VIAGGI GRATIS SE PAGHI L'IMMONDIZIA - "Uno dei problemi più gravi che assillano...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati