SENSAZIONE che la strada di ritorno E' SEMPRE PIU' BREVE? ECCO IL PERCHE'

(Palermo)ore 10:45:00 del 08/05/2017 - Categoria: , Curiosità, Editoria, Motori

SENSAZIONE che la strada di ritorno E' SEMPRE PIU' BREVE? ECCO IL PERCHE'

SPESSO QUANDO RIENTRIAMO DA UN VIAGGIO PROVIAMO LA SENSAZIONE CHE LA STRADA DI RITORNO SIA PIÙ BREVE.TALE SENSAZIONE SI CHIAMA “RETURN TRIP EFFECT”. ECCO PERCHÈ ACCADE.

SPESSO QUANDO RIENTRIAMO DA UN VIAGGIO PROVIAMO LA SENSAZIONE CHE LA STRADA DI RITORNO SIA PIÙ BREVE.TALE SENSAZIONE SI CHIAMA “RETURN TRIP EFFECT”. ECCO PERCHÈ ACCADE.

“All’ andata non si arrivava mai, al ritorno siamo arrivati subito“, è questa per grandi linee la frase che pronunciamo dopo il rientro da un viaggio, manifestando la sensazione che il tragitto di ritorno sia sembrato più breve di quello dell’ andata, pur avendo percorso la stessa strada e quindi gli stessi chilometri.

Molti credono che ciò accade perchè avendo già percorso lo stesso tragitto durante il viaggio di andata, esso è più familiare per il nostro cervello, e quindi al ritorno si ha la sensazione di arrivare prima, ma non è affatto così.

La sensazione di arrivare prima in un posto quando siamo sul tragitto di ritorno è, secondo gli studiosi, una sorta di illusione del nostro cervello, causata da un fenomeno chiamato “return trip effect”, ovvero “effetto da viaggio di ritorno“.

Il return trip effect non dipende dal tragitto stesso, ma dalle aspettative che offre tale tragitto, ed è un vero e proprio scherzo da parte della nostra mente.

Il motivo per cui esso si verifica dipende totalmente dalle nostre aspettative. Ad esempio  quando dobbiamo andare in un posto, sia quando proviamo euforia ed abbiamo talmente voglia di arrivarci, sia quando proviamo ansia e temiamo il momento dell’ arrivo, tendiamo a sottostimare la distanza e, per questo, la nostra percezione del tempo è dilatata, e si ha la sensazione di non arrivare mai.

Ciò dimostra come le nostre attese siano capaci di modificare la percezione del tempo che ogni persona potrebbe avere, come il potere della mente può arrivare a modificare e manipolare anche un lasso temporale che in realtà è immodificabile.

Durante il viaggio di ritorno invece, privi di alcuna aspettativa, il nostro cervello registra un lasso temporale di arrivo che rispecchia maggiormente la realtà del percorso.

Il return trip effect non si verifica invece per i pendolari, ossia coloro che percorrono abitualmente lo stesso tragitto ad esempio per motivi di lavoro. In questo caso, sia all’andata che al ritorno, il nostro cervello, grazie al fattore della ripetizione, ci fornisce una reale percezione del tempo stimato per raggiungere il luogo desiderato.

Da: Jeda

Scritto da Sasha

ALTRE NEWS
Mangiare pasta la sera: ecco cosa ti sorprendera'!
Mangiare pasta la sera: ecco cosa ti sorprendera'!
(Palermo)
-

Mangiare pasta la sera Fa bene? Fa ingrassare? Sembrerà strano ma può davvero rivelarsi il giusto incentivo per perdere peso e dormire meglio la notte
MANGIARE PASTA LA SERA O NON MANGIARE PASTA LA SERA? QUESTO E’ IL DILEMMA! La...

Bollo Auto 2019: tutte le agevolazioni con la Legge 104
Bollo Auto 2019: tutte le agevolazioni con la Legge 104
(Palermo)
-

Bollo auto 2019, per agevolazioni fiscali auto: il verbale deve contenere le esatte informazioni e deve essere aggiornato, analizziamo quando e come.
Bollo auto 2019, le nuove disposizioni per l’esenzione con legge 104,...

E' ora di cambiare la tua vita? FATTI QUESTE 5 DOMANDE
E' ora di cambiare la tua vita? FATTI QUESTE 5 DOMANDE
(Palermo)
-

DOMANDE SCOMODE. Quesiti che nascono dentro di te, in profondità, da qualche parte più vicina al cuore che alla mente.
Ci sono domande e domande. Un conto è chiedersi cosa mangerai per pranzo oppure...

City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
City car, elettrica, italiana: perche' darla ai cinesi?
(Palermo)
-

Ecco l’auto elettrica (90km/h – 200 km di autonomia – costo 10.000 € – consumi praticamente 0) che l’Italia non vuole e la Cina Si… Potenza delle lobby del petrolio!
La Askoll di Vicenza da tre anni non trova sostegno e finanziamenti per un...

Donna di 106 anni ammette: 'il segreto per vivere cosi'? ESSERE SINGLE'!
Donna di 106 anni ammette: 'il segreto per vivere cosi'? ESSERE SINGLE'!
(Palermo)
-

L’ultracentenaria inglese si è sempre tenuta lontana dallo stress delle relazioni sentimentali. Al pub ci è andata solo una volta: preferisce fare maglia e giardinaggio. E ha sempre percorso chilometri a piedi
Quando le chiedono se è stata sposata e come era suo marito, lei risponde: «Non...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati