Roma, vulcano dopo 36mila anni di assoluta inattivita' si sta risvegliando!

(Roma)ore 08:44:00 del 05/11/2016 - Categoria: Ambiente, Cronaca

Roma, vulcano dopo 36mila anni di assoluta inattivita' si sta risvegliando!

A Roma c’è un vulcano che, dopo 36mila anni di assoluta inattività, si sta risvegliando. La zona interessata è quella dei Colli Albani.

A Roma c’è un vulcano che, dopo 36mila anni di assoluta inattività, si sta risvegliando. La zona interessata è quella dei Colli Albani.

La zona comprende una parte del comune di Roma, la cittadina di Albano, ed altri comuni limitrofi.

A dare la notizia è uno studio firmato da Ingv, Sapienza Università di Roma, Cnr e Università di Madison. Lo studio ha ripercorso la storia dell’area geografica scoprendo come il vulcanosotterraneo ha ricominciato ad alimentarsi attirando nuovo magma che si trova sotto la superficie terreste. La possibilità di un’eruzione è sempre più certa. Gli esperti rassicurano però gli abitanti del quartiere e della capitale, spiegando che”non si tratta di un pericolo imminente”.

Le camere magmatiche hanno iniziato ad alimentarsi dopo aver “dormito” per migliaia di anni. Il ricercatore Fabrizio Marra sul sito dell’Ingv spiega che l’unica cosa da fare al momento è “monitorare sin da oggi quest’area vulcanica” dato che, come scritto nella ricerca pubblicata su Geophysical Research Letters, il tempo di risveglio è indicato nell’ordine delle migliaia d’anni.

Marra spiega che i Colli Albani hanno da sempre avuto dei cicli di attività molto regolari: “Ci sono stati 11 di questi cicli eruttivi. L’ultimo, avvenuto al Cratere di Albano, è iniziato proprio 41mila anni fa ed è terminato intorno a 36mila anni. Questo vuol dire che il tempo trascorso dall’ultima eruzione è dello stesso ordine dei tempi di ritorno: quindi il vulcano deve considerarsi attivo e pronto per un nuovo futuro risveglio”.

Lungo il corridoio di terra dove si sono verificate le attività vulcaniche, i ricercatori dell’Ingv hanno osservato un sollevamento della superficie terreste di 2-3 millimetri all’anno negli scorsi 20 anni . Ciò è dovuto ad un ammassamento di magma sottostante. La zona di accumulo si troverebbe tra i 5 e 10 km di profondità. Secondo quanto spiega Marra ciò significa che, pur essendo il magma nella fase di accumulo, la distanza sottoterra è tale che il momento in cui uscirà in superficie rompendo la crosta terrestre risulta essere ancora molto lontano.

http://misteri.newsbella.it/

Scritto da Gerardo

ALTRE NEWS
La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?
La Sicilia ha tra le mani un affare miliardario: ma alle lobby conviene?
(Roma)
-

Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si trova nelle bucce delle arance. Se ne può fare un pesticida efficientissimo ma ecologico… Ma alle lobby conviene?
Agrumi: la Sicilia ha tra le mani un affare miliardario. Si chiama limonene e si...


(Roma)
-


Mozzarella sbiancata con la soda, pesce vecchio rinfrescato con un "lifting"...

Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
Terremoto Emilia, colpa delle trivelle?
(Roma)
-

Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni imprudenti, a caccia di “shale oil” nel sottosuolo?
Terremoto in Emilia: 27 morti, nel maggio 2012, per colpa di operazioni...

Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
Migranti: ecco il business della DETENZIONE e del RIMPATRIO (e i FRANCESI fanno soldi)
(Roma)
-

La prefettura di Milano pubblica i bandi di gara per affidare centri e strutture per migranti e mette nero su bianco una realtà: punita economicamente la piccola accoglienza
È ufficiale: i famosi 35 euro per migrante sono stati cancellati. È finita la...


(Roma)
-


È partita sfida dell'Umbria al decreto Sicurezza di Matteo Salvini. Il tema è...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati