Fortnite: ecco quanto guadagna il campione Ninja

(Torino)ore 20:50:00 del 12/01/2019 - Categoria: , Tecnologia, Videogames

Fortnite: ecco quanto guadagna il campione Ninja

Durante lo scorso anno del 2018, il famoso video giocatore Ninja, ha ottenuto introiti da capogiro solo su Fortnite. Ha giocato 4.000 ore complessive ottenendo soprattutto share su YouTube e Twitch.

Lo streamer noto come Ninja ma conosciuto all'anagrafe come Tyler Blevins può essere incoronato come il giocatore più pagato su Fortnite del 2018. Il giocatore ha infatti raggiunto la cifra di introiti maggiormente tramite le piattaforme di streaming Twitch e YouTube addirittura pari a 10 milioni di dollari in un solo anno. Ninja da solo ha accumulato 226 milioni di ore di visione, più del doppio del secondo canale in classifica, quello di Riot Games dedito ovviamente a League of Legends. 

Intervistato dalla CNN, il giovane ha parlato apertamente dei soldi che il suo lavoro di streamer gli ha messo sul conto nel 2018. Soldi che fanno girare la testa a tutti visto che il giocatore ha parlato di quasi 10 milioni di dollari, il che significa una cifra alla pari di quella che vengono guadagnati dai più noti giocatori di calcio che solitamente risultano tra i più pagati negli sport.

Un successo davvero incredibile che il giovane giocatore reputa soprattutto alle molteplici possibilità che permettono piattaforme come Twitch e YouTube. “Mentre sono seduto qui a parlare con te sto perdendo decine di migliaia di dollari”, ha spiegato Blevins nell’intervista rilasciata alla Cnn. Classe 1992 ossia solo 27 anni, nato a Detroit ma cresciuto a Chicago, voleva fare il giocatore di videogame da sempre e ora oltre ad esserci riuscito sta guadagnando come un qualsiasi famoso giocatore di calcio. “In fondo chi mi segue sui miei canali di YouTube e Twich e paga un abbonamento fa la stessa cosa che fanno altri quando sottoscrivono servizi come Spotify”

Fortnite e Ninja: quando non è solo il gioco a "pagare"

Fortnite è passato alla storia negli ultimi mesi per il successo planetario che ha totalizzato dopo un inizio non proprio esaltante. Se la Epic Games è riuscita a raggiungere addirittura i 3 miliardi di dollari di incassi e a guadagnarci non è solo la software house ma anche e soprattutto i video giocatori che con Fortnite ci passano più ore al giorno pronti ad intrattenere il pubblico. Sì, perché è anche e soprattutto quello il "lavoro" dei giocatori come Ninja che quotidianamente danno appuntamento ai loro seguaci affinché possano passare qualche ora a veder giocare a Fortnite ma anche a divertirsi.

Ninja in questo 2018 ha raggiunto la bellezza di oltre 20 milioni di spettatori su YouTube mentre le partite mandate in diretta su Twitch hanno raggiunto più di 12 milioni di appassionati di cui ben 40 mila paganti l'abbonamento per osservarlo. Stiamo parlando di un vero e proprio business che va ben oltre il mero gioco da console. Ninja ha al suo seguito una manager (nonché moglie) che gestice i rapporti con i più importanti brand del calibro di Samsung, Uber e Red Bull i quali lottano a suon di dollari per accaparrarsi un video live con il proprio logo o ad utilizzare una qualche sponsorizzazione durante qualche importante sessione di gioco.

Ninja fa del gioco un lavoro o forse anche di più visto che nel solo 2018 ha passato un totale di ben 4.000 ore davanti alla console e in diretta con i suoi utenti. Questo significa il video giocatore ha raggiunto una media di 12 ore al giorno davanti alle telecamere durante le partite di Fortnite. Un tempo decisamente alto che ha permesso però a Tyler di guadagnare 10 milioni di dollari un solo anno su di un totale di circa un miliardo di dollari, stima del mercato videoludico globale che in Italia riesce a raggiungere una quota davvero effimera di soli 15 milioni di euro.

Da: QUI

Scritto da Sasha

ALTRE NEWS
Anteprima Xenon Racer
Anteprima Xenon Racer
(Torino)
-

Una prospettiva tradizionale, interessante per dare al concept delle peculiarità di design e di gameplay inedite nel panorama dei racing.
  Questo weekend ritorna la Formula 1, e se dovessi pensare che potrebbe essere...

A Plague Tale Innocence: recensione
A Plague Tale Innocence: recensione
(Torino)
-

A PLAGUE TALE INNOCENCE RECENSIONE - Circondato ormai da qualche mese da un’aura di mistero e curiosità, A Plague Tale: Innocence si sta avvicinando a grandi passi al giorno dell’uscita definitiva, fissata per il 14 maggio prossimo.
  A PLAGUE TALE INNOCENCE RECENSIONE - Circondato ormai da qualche mese da...

Recensione One Piece World Seeker
Recensione One Piece World Seeker
(Torino)
-

Un’idea di fondo entusiasmante, quella di partire alla ventura prendendo le parti di Rufy, che aveva preso vita nella nostra testa, per colpa di diverse congiunzioni astrali.
  One Piece World Seeker era riuscito ad illuderci che dall’unione di Ganbarion...

Yoshis Crafted World: recensione
Yoshis Crafted World: recensione
(Torino)
-

Su Nintendo Switch, gli sviluppatori hanno deciso di puntare ancora una volta sul dinosauro verde, cambiando però le carte in tavola: in Yoshi’s Crafted World, Yoshi si muove in un mondo fatto interamente di cartoncino, che sembra costruito da veri maestr
  Gli sviluppatori di Good Feel ci hanno ormai abituati a ottimi platform...

PlayStation Now in Italia: cosa cambia
PlayStation Now in Italia: cosa cambia
(Torino)
-

PlayStation Now arriva in Italia: il futuro dei videogiochi è lo streaming
Il 12 marzo Sony ha lanciato anche in Italia PlayStation Now, un nuovo servizio...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati