Fattura Elettronica regime forfettario 2019: come fare

(Bologna)ore 12:11:00 del 14/07/2019 - Categoria: , Economia, Guide, Lavoro

Fattura Elettronica regime forfettario 2019: come fare

FATTURA ELETTRONICA REGIME FORFETTARIO 2019 - La fattura elettronica non è per tutti.

FATTURA ELETTRONICA REGIME FORFETTARIO 2019 - La fattura elettronica non è per tutti. Come previsto dal decreto attuativo, infatti, l’obbligo di fatturazione elettronica vige per tutte le Partita IVA (sia liberi professionisti, sia imprese, sia aziende) fatta eccezione per i contribuenti a regime dei minimi o forfettario.

FATTURA ELETTRONICA REGIME FORFETTARIO 2019 - I professionisti che usufruiscono di agevolazioni fiscali, dunque, non dovrebbero emettere fattura elettronica (anche se, dati alla mano, sono molti quelli che lo fanno).

Ciò non vuol dire, però, che il professionista a regime dei minimi non abbia proprio nulla a che fare con la fatturazione elettronica.

FATTURA ELETTRONICA REGIME FORFETTARIO 2019 - Anche se non c’è obbligo di emissione, le fatture elettroniche ricevute saranno sicuramente moltissime. Potrebbe quindi tornare utile un gestionale amministrativo che consenta di avere sempre tutto sotto controllo e non perdere neanche un documento fiscale.
Con Libero SiFattura, ad esempio, si avrà accesso a una piattaforma facile da utilizzare e che consente di ricevere tutte le fatture indirizzate al proprio codice destinatario SDI, di organizzarle tematicamente, gestire l’anagrafica dei clienti e molto altro ancora. E tutto in maniera gratuita.

Per parlare di esclusioni bisogna far riferimento alla normativa in merito, e in particolare alla Legge n. 205/2017, dove al comma 909 (lettera a) leggiamo quanto segue.

“Sono esonerati dalle predette disposizioni i soggetti passivi che rientrano nel cosiddetto regime di vantaggio, di cui all’articolo 27, commi 1 e 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111”. Inoltre sono esonerati quelli “che applicano il regime forfettario di cui all’articolo 1, commi da 4 a 89, della legge 23 dicembre 2014, n. 190”.

Quanto sopra riferito esonera i titolari di partita Iva che operano nel regime forfettario dall’obbligo di emettere fattura elettronica tramite Sistema di Interscambio, a patto che il destinatario non sia una pubblica amministrazione. Nei confronti dei soggetti privati, invece, gli stessi possono continuare a emettere fatture elettroniche come hanno fatto fino al 31 dicembre 2018.

Fattura elettronica e regime forfettario 2019: ulteriori istruzioni

Altro riferimento importante è quello del documento prot. 89575/2018 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate. Qui si legge che in caso in cui il concessionario/committente non abbia usato il servizio di registrazione il campo Codice/Destinatario del file della fattura elettronica deve essere compilato seguendo precise istruzioni. Con riferimento ai soggetti che operano nel regime di vantaggio o forfettario, la procedura è la seguente.

  • Inserendo solo il codice convenzionale “0000000” (7 zeri) nel caso in cui il soggetto cessionario/committente sia un soggetto passivo che rientra nel regime di vantaggio o che applica il regime forfettario o sia un produttore agricolo (rif. DPR n. 633/1972, articolo 34, comma 6). In questo caso il Sistema di Interscambio recapita la fattura elettronica al cessionario/committente mettendola a disposizione della sua area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate, oltre che rendere disponibile al cedente/prestatore – nella sua area riservata – un duplicato informatico. Inoltre, il cedente/prestatore è tenuto tempestivamente a comunicare – per vie differenti dal SdI – al cessionario/committente che l’originale della fattura elettronica è a sua disposizione nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate. Questa comunicazione può essere effettuata anche tramite la consegna di una copia informatica o analogica della fattura elettronica.

Scritto da Carmine

ALTRE NEWS
Bandi Epso per lavorare nell'UE: come candidarsi
Bandi Epso per lavorare nell'UE: come candidarsi
(Bologna)
-

Online i nuovi bandi di concorso pubblico Epso per lavorare nelle istituzioni dell’Unione europea. Disponibili anche stage e tirocini per laureati.
BANDI EPSO UE, COME CANDIDARSI - Descrizione dell’offerta L’Ufficio europeo di...

Tanti italiani si sentono dei falliti: un baratro psicologico
Tanti italiani si sentono dei falliti: un baratro psicologico
(Bologna)
-

PERCHE' TI SENTI UN FALLITO? Parliamo di una sensazione associata al non essere riusciti a raggiungere gli obiettivi sperati a lungo o a breve termine
PERCHE' TI SENTI UN FALLITO? Parliamo di una sensazione associata al non essere...

Concorsi pubblici: 3mila vincitori aspettano ancora assunzione!
Concorsi pubblici: 3mila vincitori aspettano ancora assunzione!
(Bologna)
-

Concorsi pubblici, il futuro incerto (e forse amaro) per migliaia di idonei
VINCITORI CONCORSI PUBBLICI ATTENDONO RISPOSTE... Sono ancora più di 3mila...

Lavoro, scienza conferma: bastano 8 ore a settimana per essere felici
Lavoro, scienza conferma: bastano 8 ore a settimana per essere felici
(Bologna)
-

LAVORARE 8 ORE A SETTIMANA CI RENDE FELICI - Che i benefici del lavoro non siano solo di natura economica è sicuro: sentirsi utili, impegnarsi in attività costruttive e dar un senso alle nostre attitudini produce benefici anche di natura psicologica.
LAVORARE 8 ORE A SETTIMANA CI RENDE FELICI - Che i benefici del lavoro non siano...

Crisi dei negozi infinita: 1 su 4 prevede chiusura entro fine anno
Crisi dei negozi infinita: 1 su 4 prevede chiusura entro fine anno
(Bologna)
-

CRISI NEGOZI ITALIANI SOTTO CASA - Secondo un recente sondaggio condotto da SWG per Confesercenti è emerso che un negozio di vicinato su quattro prevede la chiusura a fine anno con bilancio negativo e due su dieci prevedono la riduzione della forza lavoro
CRISI NEGOZI ITALIANI SOTTO CASA - Secondo un recente sondaggio condotto da SWG...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati