DAZN: un PEZZOTTO legalizzato?

(Campobasso)ore 08:43:00 del 30/08/2018 - Categoria: , Calcio, Denunce, Sociale

DAZN: un PEZZOTTO legalizzato?

Dazn, Dazone, Dazen, Dezen, persino Tarzan, tutte le variabili e le versioni a Napoli dello streaming dell’anno.

Dazn, Dazone, Dazen, Dezen, persino Tarzan, tutte le variabili e le versioni a Napoli dello streaming dell’anno. Napoli non è una città adatta alla visione di partite via internet ed il motivo è semplice, ognuno si trova sintonizzato ad un minuto diverso della gara e questo crea pericolose interpretazioni, visto che di estate a balconi e finestre aperte, arriva la telecronaca umorale nitida e ti mette in difficoltà. Lazio-Napoli è stato uno sperpetuo, una lenta e dissolta ansia e fino alla fine. I goal mi sono arrivati in netto anticipo, mentre ancora cercavo di capire perché Banti non avesse rivisto l’azione del goal annullato (per morte apparente di Radu che poi finisce la partita in guapparia) è cominciata una Piedigrotta di trombe, urla e clacson e dopo due minuti Milik sfondava la porta. Ansia.

Il secondo tempo con l’ansia

Tutto il secondo tempo, con l’ansia. Perché se i goal a favore arrivavano prima, quelli degli avversari no e allora ti ritrovavi con gli occhi su Correa e l’orecchio al balcone, fino al palo di Acerbi, dove un laconico commento fuoriuscito da qualche divano in stereofonia, formulava con grazia una sinestesia lodevole “Stu purtiere pare cu l’uocchie” e continuava ma riportarla interamente sarebbe inopportuno. Era cosi in ritardo che Ancelotti ad un certo punto anziché Mertens stava facendo entrare Shevchenko e la Lazio Inzaghi centravanti.

La partita non può essere vista a singhiozzi

Insomma Dazn sembra un pezzotto legalizzato, tra immagini che si bloccano, rallentamenti e offuscamenti è un intossico che manco Orsato designato per Napoli-Juventus potrebbe somigliargli. Non funziona, perché la partita di pallone si deve vedere e vivere, condividere all’unisono, confluire in un boato comune, non a tappe, né a tratti, né a singhiozzi. Potrebbe essere una soluzione concedere alla piattaforma dei canali satellitari visto l’accordo nato con Sky per dare agli abbonati un servizio pari al costo sborsato per l’attivazione. La prossima sarà col Milan e già si prospetta un’altra serata da vivere senza sfizio. A questo punto ci viene naturale affermare che la vecchia sacra radiolina batte Dazn in scioltezza, almeno le emozioni non sono trasmesse in base alla potenza del segnale e l’immaginazione sarà sicuramente migliore della trasmissione. “M’aggio fatto Dazon” per vederla in differita…

Da: QUI

Scritto da Gerardo

ALTRE NEWS
Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO
Come TERMINI MUORE di uno SPAVENTOSO DEGRADO
(Campobasso)
-

Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta selvaggia delle zone circostanti alla Stazione Termini.
Parliamo del progetto di canalizzazione del traffico in funzione anti-sosta...

Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
Natale: la SOLITA storia degli imprenditori (PRENDITORI) degli italiani che non vogliono lavorare
(Campobasso)
-

Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste di fine anno negli asili, gli italiani alla busta paga e a come far quadrare i conti e le imprese a lamentarsi di non riuscire a trovare personale.
Si avvicina il Natale, periodo in cui i politici pensano ai presepi e alle feste...

CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
CO2: il gas che non inquina utilizzato per aumentare le tasse
(Campobasso)
-

L’ecologismo della CO2 è il proseguimento dell’austerità con altri mezzi
Dalla carbon tax alla tassa sul diesel in Francia, a quella sui veicoli a...

Grazie a Mazzucco, giornalista vero e obiettivo
Grazie a Mazzucco, giornalista vero e obiettivo
(Campobasso)
-

«Ragazzi, ricordatevi di dare fastidio, sempre, a chi comanda». Furono le ultime parole che lo scrittore Nuto Revelli rivolse agli studenti delle scuole che spesso visitava
«Ragazzi, ricordatevi di dare fastidio, sempre, a chi comanda». Furono le ultime...

Natale 2018: come difendersi dai REGALI TRUFFA
Natale 2018: come difendersi dai REGALI TRUFFA
(Campobasso)
-

Non più frenetiche passeggiate in centro, auto parcheggiate in doppia fila e lunghe code in libreria.
Non più frenetiche passeggiate in centro, auto parcheggiate in doppia...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati