Cucina: arancini di riso

TRAPANI ore 16:26:00 del 27/04/2015 - Categoria: Cucina - Cucina

Cucina: arancini di riso

Cucina: arancini di riso. In Sicilia si trovano ovunque e in ogni momento, sempre caldi e fragranti nelle molte friggitorie

Gli arancini di riso (o arancine), vanto della cucina siciliana, sono dei piccoli timballi adatti ad essere consumati sia come spuntino che come antipasto, primo piatto o addirittura piatto unico. In Sicilia si trovano ovunque e in ogni momento, sempre caldi e fragranti nelle molte friggitorie: di città in città spesso cambiano forma e dimensioni, assumendo fattezze ovali, a pera o rotonde, a seconda del ripieno. Si possono contare circa 100 varianti: dalla più classica al ragù e al prosciutto, a quelle più originali come al pistacchio e al nero di seppia! Noi oggi vi presentiamo le due classiche intramontabili, al ragù di carne di maiale e piselli e al prosciutto e mozzarella; voi quale preferite?

Ingredienti per circa 12 arancini

Zafferano 1 bustina Burro 30 g Riso vialone nano (oppure Carnaroli) 500 gr Sale 1 pizzico Acqua 1,2 l Caciocavallo stagionato grattugiato 100 gr

PER IL RIPIENO AL RAGÙ

Sale q.b. Pepe nero macinato q.b. Cipolle 1/2 Burro 25 g Carne di suino trita 100 gr Olio di oliva extravergine 1 filo Pomodori passata 200 ml Piselli 80 g Caciocavallo fresco 50 gr Vino rosso 50 ml

PER IL RIPIENO AL PROSCIUTTO

Prosciutto cotto in una sola fetta 30 gr Mozzarella 60 g

PER LA PASTELLA

Farina tipo 00 200 gr Sale 1 pizzico Acqua 300 ml

PER IMPANARE E FRIGGERE

Pangrattato q.b. Olio di semi q.b.

Preparazione

Arancini di riso

Per preparare gli arancini di riso, iniziate lessando il riso in 1,2 l di acqua bollente salata (1), in modo da far si che, a cottura avvenuta, l'acqua sia stata completamente assorbita (questo permetterà all'amido di rimanere tutto in pentola e otterrete un riso molto asciutto e compatto). Fate cuocere per circa 15 minuti, poi sciogliete lo zafferano in pochissima acqua e unitelo al riso ormai cotto (2). Unite anche il burro a pezzetti (3).

Unite il formaggio grattugiato (4), mescolate bene per amalgamare il tutto, dopodiché  versate e livellate il riso su un vassoio ampio e basso e copritelo con la pellicola, per farlo rafferddare completamente (5), la pellicola eviterà che la superficie del riso si secchi. Intanto dedicatevi al ripieno al ragù: mondate e affettate finemente la cipolla  (6)

Fate soffriggere la cipolla tritata in un tegame con 2 cucchiai d’olio e il burro (7), poi unite la carne macinata (8); fatela rosolare a fuoco vivace, quindi aggiungete il vino (9) e lasciatelo sfumare.

A questo punto aggiungete la passata di pomodoro (10), aggiustate di sale e di pepe a piacere e fate cuocere a fuoco lento coperto per almeno 20 minuti. A metà cottura, aggiungete i piselli (11-12) (se necessario potete aggiungere pochissima acqua calda perchè il ragù dovrà risultare ben rappreso e non liquido).

Mentre i piselli si cuociono tagliate a cubetti il caciocavallo (13), il prosciutto cotto (14) e la mozzarella (15). Avrete così pronti tutti i ripieni.

Una volta che il riso si sarà raffreddato completamente (ci vorranno almeno un paio di ore), prelevatene un paio di cucchiai per volta (circa 120 gr di riso), schiacciate il mucchietto al centro del mano formando una conca (16) e versateci all'interno un cucchiaino di ripieno al ragù (17), aggiungete qualche cubetto di caciocavallo (18).

Quindi richiudete la base dell'arancino con il riso (19) e modellatelo dandogli una forma a punta (29): potete dare questa forma a tutti gli arancini farciti con il ragù. Mentre per il ripieno al prosciutto, farcite ciascun arancino (formato circa da 130 gr di riso) con dadini di prosciutto e mozzarella (21). Il ripieno con questo tipo di ripieno viene tradizionalmente detto "al burro".e modellateli dandogli una forma rotonda (22). Ora che avete tutti gli arancini pronti (23), preparate la pastella: in una ciotola versate la farina setacciata, un pizzico di sale e l'acqu a filo (24). Mescolate accuratamente con una frusta per evitare che si formino grumi.

Quindi tuffate gli arancini, uno ad uno, nella pastella (25) avendo cura di ricoprirli interamente (26) e rotolateli nel pangrattato (27).

In un pentolino scaldate l'olio e portatelo alla temperatura di 170-180°, a quel punto friggete un arancino alla volta o massimo due (28) per non abbassare la temperatura dell'olio: basteranno pochi istanti e quando saranno ben dorati potete scolarli (29) ponendoli su un vassoio foderato con carta assorbente (30). Mi raccomando: gustate gli arancini di riso ben caldi!

Conservazione

Potete conservare gli arancini di riso in frigorifero per un paio di giorni.

Si possono congelare se avete utilizzato tutti ingredienti freschi non decongelati e friggere all'occorrenza direttamente da congelati.

Scritto da Gerardo

ALTRE NEWS
Risotto ai 4 formaggi, ricetta
Risotto ai 4 formaggi, ricetta

-

Se dovete conservarlo, potete tenerlo in un contenitore ermetico e in frigo per 1 giorno e poi scaldarlo all'occorrenza.
  Quando i formaggi sono protagonisti dei primi piatti la golosità è garantita:...

Canederli di barbabietola, ricetta
Canederli di barbabietola, ricetta

-

Il risultato è un primo piatto accattivante e raffinato che stuzzicherà la curiosità dei vostri ospiti e ne conquisterà i palati
  Le ricette della tradizione regionale italiana sono da sempre fonte di...

Pane al topinambur, ricetta
Pane al topinambur, ricetta

-

L’aggiunta della purea del topinambur è proprio il segreto che rende l’impasto particolarmente morbido: il risultato che si ottiene è un pane perfettamente equilibrato, con una crosta croccante e una mollica soffice, un piacere tutto da mordere.
  Il topinambur con il suo sapore che ricorda quello del carciofo e la sua...

Ricetta Taralli sugna e pepe
Ricetta Taralli sugna e pepe

-

Piccole ciambelline che da sole non sarebbero così gustose, ma se arricchite con un po’ d’olio, delle spezie o erbe aromatiche, diventano davvero speciali.
  Il mestiere del panettiere: uno dei più nobili e affascinanti del mondo....

Ricetta Pho vietnamita
Ricetta Pho vietnamita

-

Gustate subito il pho vietnamita. Il brodo si può preparare in anticipo e conservare in frigorifero per 2 giorni, oppure potete congelarlo.
  Fra tutte le attrattive che il Vietnam offre ai viaggiatori, ce n’è una che...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati