Arrosto di maiale con prugne, ricetta

(Milano)ore 17:12:00 del 23/10/2018 - Categoria: , Cucina

Arrosto di maiale con prugne, ricetta

Il cuore morbido della prugna secca sarà una dolce sorpresa da scoprire al taglio della prima fetta.

 

Con la ricetta dell’arrosto di maiale alle prugne il pranzo della domenica si tinge dei colori caldi dell’autunno e dei suoi sapori intensi. Accanto ai più tradizionali polpettoni, arrosti e brasati, oggi vogliamo proporvi un’alternativa appetitosa e insolita che ha come protagoniste le prugne secche, immancabili complici dei piatti dai sapori agrodolci. Qualche profumata erba aromatica che avvolge la carne e un vino rosato dalle note fruttate e dal gusto fresco con il quale creare un sughetto cremoso, perfetto per accompagnare l’arrosto, sono i segreti per rendere saporito l'arrosto. Il cuore morbido della prugna secca sarà una dolce sorpresa da scoprire al taglio della prima fetta.

Conservazione

L’arrosto di maiale con prugne si conserva in frigorifero per 2 giorni. E’ possibile congelarlo se avete utilizzato ingredienti freschi.

Consiglio

Per ottenere una carne tenera e non troppo asciutta consigliamo di monitorare la cottura con un termometro a sonda che permette di rilevare la temperatura nella parte più interna della carne. A una temperatura di circa 69-70° il vostro arrosto sarà cotto a puntino!

INGREDIENTI:

Per 4 persone

700 g di lombata di maiale

2 Cucchiai d'olio extravergine di oliva

1 dl di Marsala

10 grandi prugne secche denocciolate o 20 piccole

salvia q.b.

un Rametto di rosmarino

uno Spicchio d'aglio

sale q.b.

pepe q.b.

Preparazione

Versate il Marsala sulle prugne e lasciatele marinare nel vino per almeno 1 ora. Quando le prugne saranno marinate, preparate la farcitura per la lonza.

Utilizzando un coltello o un affilacoltelli create un foro al centro della lonza, per tutta la sua lunghezza. Dovrà avere un diametro simile a quello delle prugne. Procedete quindi a riempire il foro con le prugne marinate.

Tenete da parte il Marsala e le prugne rimaste per deglassare alla fine il liquido di cottura dell’arrosto.

Potete quindi legare l’arrosto con lo spago da cucina, per mantenerlo in forma durante la cottura.

Insaporite l’arrosto a piacere con sale e pepe, avendo cura di distribuirli in modo uniforme. Massaggiate delicatamente la carne per ultimarne la preparazione.

Fate scaldare sul fornello con olio extra-vergine di oliva una pentola capiente che possa andare anche in forno. Quando sarà calda, ponetevi delicatamente l’arrosto e fatelo rosolare in modo uniforme su ogni lato. Aggiungete il rosmarino, la salvia e lo spicchio d’aglio (senza spelarlo, in modo che non bruci).

Ponete l’arrosto in forno a 180° C per circa mezz’ora.

Quando l’arrosto è pronto, toglietelo dalla pentola (mantenendolo al caldo) e preparate la salsa.

Unite il Marsala al fondo di cottura dell’arrosto e lasciate evaporare a fuoco vivo. Aggiungete un po’ di acqua e fate bollire la salsa per un paio di minuti. Passatela quindi in un altro recipiente attraverso un colino, e aggiungetevi le prugne rimaste. Lasciate restringere la salsa sul fuoco, e nel frattempo slegate l’arrosto.

Tagliate l’arrosto a fette e ponetelo nel piatto da portata, cospargendolo con la salsa alle prugne ristretta.

 

Scritto da Carla

ALTRE NEWS
Ciambella al cioccolato, ricetta
Ciambella al cioccolato, ricetta
(Milano)
-

Se la ciambella si merita da sempre un posto d’onore nella classifica dei dolci più amati, la ciambella al cioccolato non è certo da meno!
E’ soffice, profumata e dal sapore inconfondibile… quel sapore che ci riporta...

Involtini di tacchino al sugo, ricetta
Involtini di tacchino al sugo, ricetta
(Milano)
-

Un'idea semplice e veloce per il pranzo? Provate la nostra ricetta degli involtini di tacchino al sugo!
  Un'idea semplice e veloce per il pranzo? Provate la nostra ricetta degli...

Polpette di platessa, ricetta
Polpette di platessa, ricetta
(Milano)
-

Preparatevi a mettere le mani in pasta, con la nostra ricetta delle polpette di platessa conquisterete anche i palati più difficili!
  Le polpette non si rifiutano mai! Grandi e piccini ne vanno matti e con la...

Pizzoccheri alla valtellinese, ricetta
Pizzoccheri alla valtellinese, ricetta
(Milano)
-

Ci sono piatti genuini e sostanziosi in grado di scaldare pancia e cuore, soprattutto in alta quota!
  Ci sono piatti genuini e sostanziosi in grado di scaldare pancia e cuore,...

White Russian, ricetta
White Russian, ricetta
(Milano)
-

Il suo sapore asciutto è indicato per un dopo pasto e qualcuno afferma che a causa della forte gradazione alcolica sia una bevanda più consona al palato maschile.
  Correva l'anno 1949 quando per la prima volta veniva servito il Black...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati