(Napoli)ore 18:05:00 del 19/06/2017 - Categoria: , Denunce, Economia

Negli anni 50 e 60 c'è stata tanta emigrazione all'estero, specialmente di cittadini del sud Italia, per poter trovare lavoro. Molti non sono neanche tornati. Oggi la parola emigrazione si sostituisce con la parola "fuga"; perchè? 
Perchè, mentre una volta si espatriava con l'intento di ritornare, oggi la gente se ne va e non ci torna più. I giovani lo fanno perchè l'Italia non dà un minimo di garanzie per il loro futuro e portano le loro capacità e potenzialità da qualche alta parte. 
Ma non solo i giovani, anche i "vecchi" espatriano oggigorno; perchè?
Perchè in Italia percepiscono una pensione talmente ridicola che non possono viverci. Allora che fanno? Se ne vanno in quell parti del mondo più povere, dove quei loro "quattro soldi" contano ancora qalcosa, quindi, spenderanno lì la loro pensione.
Risultato: I giovani non contribuiscono alla crescita dell'Italia mentre contribuiranno alla crescita di altri paesi e i loro guadagni non li porteranno certamente in Itlaia. I vecchi portano via i soldi della loro pensione dall'Italia.
Conseguenza: tra qualche anno i nostri amministratori governeranno sui cinesi, marocchini, ecc. ecc. mentre gli italiani formeranno tante piccole "Italie" ovunque andranno e saranno privi di un'identità nazionale e di una patria.
Commento: che schifo.

L'APE social sarà senz'altro richiesta da molti mentre l'APE volontaria sarà un insuccesso. Praticamente consente di andare in pensione come si faceva dieci anni fa senza la riforma fornero con 40 anni di lavoro ma ti massacreranno la pensione. Oltretutto molti stanno mantenendo figli e nipoti disoccupati e lo stato ti taglia ancora l'assegno. Piuttosto mi faccio i tre anni in più intervallati da lunghi periodi di malattia che ti saranno comunque pagati a stipendio pieno.

L’anticipo pensionistico, il Jobs act e il bonus da 80 euro sono stati e sono interventi insufficienti per risalire la china e superare la crisi. Peggiora la distribuzione del reddito, sono instabili i proventi che arrivano dal lavoro e anche le politiche di consolidamento fiscale, mentre la produttività risponde con una dinamica ridotta, accompagnata dall’invecchiamento demografico, dalla frammentazione anche territoriale dei sistemi produttivi e dalla finanziarizzazione dell’economia. Che si è tradotta in processi di creazione di valore nuovi ma più insicuri, che poco hanno a che fare con le attività produttive. Questo il quadro che emerge dal Rapporto sullo Stato sociale 2017 curato dall’università La Sapienza e presentato a Roma nel corso di un evento al quale ha partecipato anche la presidente della Camera, Laura Boldrini. Nel dossier si analizza la natura della grande recessione iniziata nel 2007 e l’ipotesi che sia in atto una ‘stagnazione secolare’, ma anche il ruolo che può essere affidato all’intervento pubblico e al Welfare State per superare la crisi.

Scritto da Gerardo

ALTRE NEWS
Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI
Macellai costretti a subire minacce e vandalismi dai VEGANI
(Napoli)
-

Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i ''seguaci'' ad agire con intimidazioni, minacce e vandalismi a onesti lavoratori
Dalla Francia all'Inghilterra si diffonde la propaganda vegana che incita i...

Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti
Juventus IN ROSSO, 280 milioni di debiti
(Napoli)
-

Un’operazione da 340 milioni e manca ancora la commissione per Mendes. I costi sono già aumentati con gli ultimi acquisti, la gestione si è un po’ stressata
La domanda è sempre la stessa: come farà la Juventus a consentirsi l’acquisto e...

Fusione Bayer-Monsanto: l'INFERNO che attende il mondo
Fusione Bayer-Monsanto: l'INFERNO che attende il mondo
(Napoli)
-

In che universo è possibile che a due delle corporations mondiali più moralmente corrotte, Bayer e Monsanto, venga permesso di unire le forze, in quello che promette di essere il prossimo stadio nell’acquisizione delle risorse agricole e farmaceutiche del
In che universo è possibile che a due delle corporations mondiali più moralmente...

Arrestato l'uomo che Renzi voleva come GIUDICE del CONSIGLIO DI STATO!
Arrestato l'uomo che Renzi voleva come GIUDICE del CONSIGLIO DI STATO!
(Napoli)
-

Quando l' ex presidente del consiglio Matteo Renzi propose Giuseppe Mineo come giudice del Consiglio di Stato, ossia il massimo organo della giustizia amministrativa, si crearono non pochi imbarazzi
TINTINNIO DI MANETTE – ARRESTATO A MESSINA GIUSEPPE MINEO, L’UOMO CHE RENZI...

Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS
Ecco con quali trucchi i boss aggirano il 41BIS
(Napoli)
-

Il carcere duro previsto per isolare i capi dagli affiliati a piede libero viene sempre più spesso dribblato grazie a una serie di accorgimenti. E così si tradisce l'insegnamento di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino
Non appena il mafioso Alessandro Piscopo arriva alle porte della sua Vittoria,...



Blog Italiano | Contatti | Sitemap articoli

2013 Blog Italiano - Tutti i diritti riservati